EP. 3 - CHIUSO PER FERIE

 

CHIUSO PER FERIE

 

Fortunatamente questa storia ha un fine molto diverso rispetto all'episodio precedente, ma le premesse c'erano tutte, continuate a leggere....

 

Siamo nel periodo Giugno 2013 e mi trovavo in una zona appena fuori Bologna, noto uno striscione molto evidente RISTORANTE "DA MARCO" ( nome come sempre di fantasia ) NUOVA APERTURA. 

 

C'è un cancello che dà accesso ad uno spiazzo sterrato con intorno una specie di boschetto ed un edificio che già, tempo fa, ospitava un Ristorante.

 

 

Noto operai che lavoravano ad un grande gazebo esterno ormai quasi terminato, cerco ed individuo il titolare, lui mi vede, mi viene incontro e ci presentiamo:

 

 

- "Dario Ruggieri di DUAL CHIM, molto piacere..."

 

- "Sono Marco M. il titolare, piacere mio, posso aiutarla?"

 

- "Certo, vorrei capire se possiamo esserle utili...." e cominciamo a chiacchierare, si evidenzia subito il tipico problema dei Ristoranti con giardino estivo e cioè quello degli insetti.

 

 

Illustro quelle che sono le possibili soluzioni, sia per gli insetti striscianti nel parquet del gazebo, sia per minimizzare la presenza di quelli volanti come mosche e zanzare nell'ambiente circostante.

 

 

Definiamo i prodotti, concordiamo il pagamento ( a fine Luglio ) e formalizziamo l'ordine.

 

 

Ci vediamo successivamente per la verifica dei prodotti ricevuti e per la loro messa in opera, tutto ok e ci salutiamo con la promessa di rivederci verso fine Luglio/inizio Agosto per il pagamento. 

 

Nel frattempo il Ristorante era già funzionante e aveva cominciato a lavorare a pieno regime.

 

 

Arriva il momento della scadenza, passo ad inizio Agosto e trovo il cancello che dà accesso alla struttura chiuso, c'è un cartello piccolino scritto a pennarello con la scritta CHIUSO PER FERIE. 

 

Molto strano, penso fra me e me, un Ristorante a nuova gestione che si attrezza con giardino estivo e che chiude per ferie ad inizio Agosto è mooolto insolito, comincio a pensare al peggio....

 

 

Provo a chiamare Marco al cellulare, il telefono squilla a vuoto e non risponde nessuno....ahi ahi cominciano a venirmi brutti pensieri...

 

 

Pochi minuti dopo squilla il mio telefono, era Marco che mi richiamava, rispondo...

 

- "Buongiorno Marco, sono passato dal suo locale e l'ho trovato chiuso, cos'è successo?

 

- "Buongiorno a lei Dario, sì purtroppo abbiamo avuto problemi con l'impianto elettrico, non c'era nulla a norma e a seguito di un controllo dell'USL ci hanno obbligato a mettere a norma tutto, purtroppo in questo periodo non è così semplice, sono tutti in ferie e quindi abbiamo preferito chiudere e ripensarci verso fine mese quando torneranno tutti in attività e potremo fare i lavori necessari per ripristinare l'agibilità dei locali, io adesso sono in Calabria e rientrerò verso il 25, ci sentiremo in quel periodo per vederci ed effettuare il pagamento".

 

 

Il fatto che Marco mi avesse richiamato quasi subito mi ha un po' tranquillizzato, anche se.....

 

 

Comunque, siamo a inizio Agosto e vado in ferie anch'io, mi riprometto di seguire questa cosa come priorità appena rientrerò dalle vacanze.

 

 

Arriviamo a fine Agosto e ripasso davanti al Ristorante di Marco, tutto come prima, cancello chiuso e cartello in vista, ahia!! lo chiamo e mi risponde...

 

 

- "Buongiorno Marco, sono Dario Ruggieri di DUAL CHIM, dovevamo rivederci qui da lei ma vedo che è ancora tutto chiuso, non è ancora rientrato?

 

 

- "Buongiorno Dario, no, sono ancora in Calabria e rientro ad inizio prossima settimana, mi richiami lunedì..."

I brutti pensieri ritornano, ma aspettiamo il lunedì successivo per capire meglio le intenzioni...

 

 

Arriviamo al lunedì successivo, cancello ancora chiuso e cartello ancora in vista, lo richiamo, non risponde....lo richiamo un altro paio di volte, niente... i brutti pensieri si intensificano....

 

 

Il giorno dopo mi squilla il telefono, era Marco.

 

- "Buongiorno Dario, mi scuso ma ho potuto richiamarla solo ora, era per il pagamento vero?

 

- "Salve Marco, bè effettivamente sì, ma non solo, vorrei capire la situazione...

 

- "La situazione è molto semplice, con i miei Soci abbiamo deciso di lasciar perdere, l'investimento per la messa a norma dell'impianto è troppo elevato, la proprietà del locale non vuole accollarsi alcun costo lasciando a noi tutte le spese per i lavori e abbiamo deciso che il gioco non vale la candela, pertanto non riapriremo il Ristorante".

 

 

- "Mi spiace molto Marco, e per quanto riguarda il pagamento? Lei è già rientrato a Bologna? Ci possiamo vedere, magari da un'altra parte?

 

 

- "Sì io sono rientrato, ma al momento non riesco a liberarmi, dovremmo risentirci nei prossimi giorni e vederci da qualche parte, mi richiami fra un paio di giorni"

 

 

Passano un paio di giorni e richiamo Marco, squilli a vuoto, non risponde, riprovo, niente.... potete immaginare i brutti pensieri...

 

 

Dopo un paio d'ore mi richiama lui:

 

- "Mi scusi Dario, non avevo il telefono con me, ho visto adesso le sue chiamate, direi che possiamo vederci domani nel primo pomeriggio verso le 14.30, lì al Ristorante che le pago la fattura.

 

- "Ottimo Marco, grazie mille per avermi richiamato, allora a domani"

 

Torna l'ottimismo, già il fatto che una persona che ti deve dei soldi ti richiami è un buon segno, che ti dia un appuntamento è ancora meglio.

 

Il giorno dopo mi presento puntuale alle 14.30 e trovo come al solito il cancello chiuso, aspetto una decina di minuti, non arriva nessuno, chiamo Marco e mi risponde...

 

 

-"Salve Dario non riesco a venire però ho incaricato mio cognato di raggiungerla, non è ancora arrivato?"

 

-"veramente qui non c'è ancora nessuno" rispondo io...

 

-"senta, le lascio il numero di mio cognato, lo chiami e si metta d'accordo con lui".

 

Mi segno il numero e chiamo immediatamente, squilli a vuoto e scatta la segreteria, riprovo e risponde una persona...

 

-"Buongiorno, sono Dario Ruggieri di DUAL CHIM mi ha detto il Sig. Marco di chiamarla...."

 

-"Sì infatti, chiedo scusa, stavo venedo da lei ma ho bucato una ruota della macchina e adesso sono bloccato qui dal gommista a ripararla, credo di averne per una mezz'ora abbondante, lei può aspettarmi?"

 

-" Guardi se vuole la raggiungo, mi dica dove si trova e vengo io da lei"

 

-"Ah magari! io sono qui in via Riva reno in centro, ha presente? C'è un gommista subito sulla destra, io sono lì.

 

-"Parto subito e fra una ventina di minuti sono da lei"

 

Metto in moto la macchina e parto, non ho la certezza che la persona possa pagare, magari veniva per temporeggiare ancora, magari era tutta un'invenzione, insomma ricominciano a frullarmi in testa pensieri strani, comunque nel giro di venti minuti sono in via Riva reno e individuo il gommista. 

 

Parcheggio, scendo dalla macchina e mi viene incontro una persona...

 

- "Il Sig. Ruggieri?"

 

-"Sì, sono io, lei è il cognato di Marco vero?"

 

-"Sì, mi scusi il disguido e mi spiace che sia dovuto venire fin qui, comunque ho avuto l'incarico di darle questa" e mi porge una busta chiusa.

 

La apro e trovo l'esatto importo a saldo della fattura, in contanti in banconote da 20 euro ( poco più di 400 euro in tutto ). Mi si apre il cuore...

 

Avrei voluto abbracciarlo perchè visto l'evolversi della situazione ho pensato davvero al peggio ma tutto si era finamente risolto nel migliore dei modi. 

 

Ho ringraziato calorosamente la persona, ci siamo presi un caffè al bar di fronte e l'ho pregato di portare i miei saluti ed i miei ringraziamenti al Sig. Marco, persona che si è rivelata corretta e responsabile. 

 

Non capita pesso di trovare persone che pur avendo avuto un grosso problema, sostenuto spese e poi ritrovarsi con il locale chiuso si prendano la briga di pagare ugualmente i fornitori, molti si sarebbero comportati diversamente, sarebbero spariti, non avrebbero mai risposto alle telefonate eludendo le proprie responsabilità e fregandosene delle conseguenze di tale comportamento. 

 

Quante volte è successo?

 

 

Fa piacere invece trovare ancora persone come Marco, oneste, corrette e rispettose del prossimo. 

 

Lunga vita a lui ed un grandissimo in bocca al lupo per la sua attività di ristoratore che mi auguro sia già ripresa con soddisfazione.